Una domenica lungo il Muro

Quando si butta giù il programma giornaliero per una domenica a Berlino in genere si considera dall’ora di pranzo in poi. In una città dove anche in settimana la gente inizia a popolare i café alle 9 è normale pensare che la domenica mattina non esista. A meno che qualcuno non decida di prendere un volo suicida a mezzogiorno, il che ci costringe ad alzarci pochi minuti dopo aver appoggiato la testa sul cuscino. E’ così che io e Totò ci troviamo a vagare in una Kreuzberg semideserta. Per fortuna il Kaffeebar è aperto e ci viene somministrata una robusta dose di caffeina.

 

Alltag in der DDR @ Kulturbrauerei

Knaackstraße 97, Prenzlauer Berg

Dopo colazione accompagno il mio compare alla U-Bahn e mi preparo moralmente per andare alla Kulturbrauerei, un bell’edificio che ospita una mostra sulla Germania dell’Est aperta di recente, esattamente una settimana dopo il mio ultimo passaggio in città. L’allestimento si chiama Alltag in der DDR (Via quotidiana nella DDR), è gratis e offre una ricca collezione di oggetti, documentazioni, testimonianze e ricostruzioni per aiutare a ricreare un quadro accurato di come doveva essere la vita sotto l’influenza Sovietica. Sarebbe stata la perfetta introduzione per il mio pomeriggio lungo il Muro ma, passando di fronte a casa, decido di salire per una pennichella e rimandare il museo al giorno dopo.
Ignaro del fatto che è chiuso il lunedì.
In questa pagina (in inglese) potrete trovare gli orari di apertura, e anche un video.

Currywurst a Berlino

L’epico currywurst

Pranzo e Bratwurst

Per avvicinarmi alla zona che volevo visitare sarebbe stato ideale fare una visita al Konnopke Imbiss un famoso chiosco in Eberwalder Strasse che avevo già mancato in un paio di occasioni. Mi ero già accertato su posizione e orari di apertura passandoci via un paio di mattine prima, quindi nulla poteva mettersi fra me e uno dei più acclamati currywurst di Berlino che, accompagnato da una buona dose di patatine fritte, avrebbe spazzato via gli ultimi rimasugli dei postumi.
Ma sull’uscio di casa mi arriva l’invito, da due cari amici che abitano a Wedding, di andare in un parco in zon a loro per assistere ad un importantissimo torneo di Fistball che è una specie di versione rinascimentale di pallavolo dove della gente su un prato prende a pugni una palla mandandola oltre una rete piuttosto bassa. Un’occasione imperdibile, Konnopke dovrà aspettare. Importante specificare che nell’offerta i miei amici hanno specificato la presenza di un barbecue casalingo a poco prezzo, che si è rivelato non solo determinante nella mia decisione ma anche parecchio buono. Inoltre ero circondato da tedeschi, il che é un evento piuttosto raro per un turista a Berlino.

Il muro del Mauerpark

Mauerpark

Una domenica pomeriggio a Berlino è sprecata per me se non vado a fare un giro al Mauerpark, e così abbiamo fatto dopo aver assistito alle entusiasmanti (dico sul serio!) finali di Fistball. Se, al contrario mio, vi siete attenuti al mio programma della giornata avrete un breve tragitto da compiere dal Konnopke Imbiss al parco.
Il Mauerpark (letteralmente Parco del Muro) era uno scalo ferroviaro che è rimasto isolato dal muro e trasformato in una di quelle zone morte e altamente militarizzate di Berlino Est a ridosso del confine.
Ora il muro è rimasto, coperto ogni settimana da graffiti diversi, e corre lungo tutto un lato del parco. Qui ogni domenica viene allestito un grosso mercato delle pulci dove potrete trovare, come al solito, un po’ di tutto da vecchi abiti e cianfrusaglie alle opere di artisti locali, ideale se dovete comprare souvenir e cartoline. L’altra metà del parco è regolarmente invasa di gente, che si raggruppa attorno ad una delle band che suonano dal vivo (i due percussionisti ambulanti sono strepitosi) e ai carrelli delle birre. Ma la principale attrattiva è all’arena dove si svolge il Bearpit Karaoke, un evento iniziato solo cinque anni fa e ormai diventato una tradizione, simbolo della domenica al parco. Il funzionamento è semplice: ci si aggiunge alla lista, ci si presenta quando viene chiamato il proprio nome e si affronta la folla appollaiata sugli scalini cantando la propria canzone. Il perché tante persone si immolino volontariamente a questo processo di pubblica umiliazione resterà sempre un mistero, ma tutti riescono sempre a divertirmi: i migliori sono quelli incredibilmente bravi o incredibilmente atroci ma tutti mi danno la soddisfazione di snocciolare commenti sarcastici. In ogni caso qui ho capito che la differenza tra perdere la faccia e scatenare il delirio del pubblico sta non tanto nella bravura quanto nella sicurezza e la sfrontatezza con cui i concorrenti si esibiscono.

Visti i prezzi per una birra calda nel parco conviene premunirsi all’unico Spätkauf vicino all’ingresso, dietro l’angolo in Oderberger Str. Sul lato opposto c’è il Bonanza coffee heroes dove, nel caso avesse iniziato la giornata qui, potrete confidare nell’abilità dei baristi e farvi fare uno dei migliori flat white che abbia mai provato.

Memoriale Muro di Berlino

Il Memoriale del Muro e il Cielo sopra Berlino

Memoriale del Muro a Bernauer straße

Finita la festa al parco è giunto il momento per rituffarsi in quell’atmosfera un po’ malinconica così adeguata per una domenica sera. Camminando verso est lungo Bernauer Strasse si arriva a costeggiare il memoriale, appunto, di Bernauerstraße, che si estende per 1,5Km fino alla Nordbanhof.
Buona parte del muro è conservata, pressoché intatta e senza graffiti, mentre dove manca è sostituita da una lunga serie di pali di ferro. Camminando lungo il muro, nel freddo crepuscolo, su un marciapiede quasi deserto, per la prima volta mi sono proiettato verso come doveva essere in quegli anni, convicere con un muro. Lontano dall’atmosfera festosa, le foto e i souvenir di altri punti più visitati, qui si riesce veramente a pensare com’era la vita divisa da un muro. O almeno provarci a pensare, perché non credo di poter immaginare cosa si debba provare per arrivare a saltare dal terzo piano su un tendone tirato dall’altra parte del Muro nella zona Ovest, lasciandosi alle spalle un’intera vita in cambio della speranza di libertà.

Muro a Bernauerstrasse

Jazz and cigarettes @ Manouche

Grimmstraße 23
Mar – Ven 17:00 – 24:00, Sab – Dom 15:30 – 24:00

Mentre la sera si scurisce, adagiandosi su Bernauer Straße come uno scuro manto di seta, mi allontano pensieroso, verso Kreuzberg. Prima di andare a dormire per istinto costeggio il Landwehrkanal, passo oltre la pizzeria il Casolare e arrivo davanti al Manouche, un delizioso locale a tema francese. Per raggiungerlo bisogna scendere alcuni scalini e si finisce in un seminterrato che sembra il set di un film, noto per le sue squisite crêpes. Spesso la domenica sera ci sono jam session di musica jazz, durante le quali il locale può diventare parecchio affollato e fumoso. Conviene arrivare un po’ prima se volete sentire la musica e vedere la band da vicino.

Lasciaci un commento