Malta: una meta ideale anche in inverno

Mescolate insieme il grigiore di fine autunno, le temperature che si avvicinano allo zero, un aeroporto che apre una nuova destinazione, e cosa ottenete? Un biglietto aereo con destinazione Malta. Sicuramente non la meta più esotica dove andare a recuperare un po’ di vitamina D ma sicuramente una meta fattibile per un weekend lungo lontano dal cielo plumbeo e basso delle giornate invernali.

 

Malta da visitare

Ed è così che ci siamo ritrovate in una settimana di Dicembre in questa bellissima Isola. Solitamente Malta è associata alle vacanze estive, ai soggiorni-studio (studio?!), alla vita notturna sfrenata e alle spiagge ricoperte di persone in bikini che smaltiscono i bagordi della notte prima. Messa così, non avrei mai contemplato Malta come destinazione papabile per un mio viaggio. Ma come detto prima, un volo low cost e la voglia di vedere salire un po’ il termometro esterno, ci ha fatto scoprire un’isola stupenda, come mai avremmo pensato essere.

buses MaltaVisitare Malta in bassa stagione porta un sacco di vantaggi, tra cui i prezzi irrisori per il soggiorno, l’assenza di turisti, una temperatura che anche in inverno si aggira sui 20°C e qualche giornata di sole. Per questi motivi negli alberghi vi ritroverete circondati da simpatici vecchietti inglesi che hanno scelto come voi questa meta per asciugarsi le ossa. L’unico punto a sfavore è forse la scarsità di mezzi pubblici e di corse, per questo motivo vi consigliamo di noleggiare una macchina, vi eviterà ore di attesa per autobus fantasma!

 

Visitare Malta

Visitare quest’isola non richiede più di 4 giorni, se invece avete in programma di visitare anche Gozo allora vi consigliamo di aggiungere 1 o 2 giorni al vostro viaggio.

Mdina vista

 

La Valletta

Malta e i santiImmancabile nel vostro itinerario sarà La Valletta. Quello che stupisce di questa città è la sua eccleticità, un misto di stili e di culture che hanno lasciato alla capitale dell’Isola un fascino unico. Non vi stupite se allo stile arabeggiante di alcuni edifici si frappongono richiami alla cultura inglese, come il classico telefono rosso e i balconcini delle case, nonché insegne di negozi italiani e la statua di qualche santo protettore. Questa piccola città è perfetta per essere girata a piedi, sia per ammirare alcuni punti panoramici della sua fortificazione, sia per perdervi nelle viuzze pittoresche del centro. Non fatevi però scoraggiare dalle salite!

Co-Cattedrale di San GiovannSe non ce la fate più trovate rifugio nella dorata Co-Cattedrale di San Giovanni, imponente e sfarzosa nel suo stile barocco. Quando ne avrete abbastanza della ricchezza dei decori delle pareti, iniziate ad esplorare le varie cappelle alla ricerca del dipinto di Caravaggio.

La cinta muraria che racchiude la città si può ammirare camminando tutto intorno al perimetro delle mura. Tuttavia al tramonto per godere di un ottimo panorama raggiungete gli Upper Barrakka Garden.

 

Megalitico e templi misteriosi

Non distante da La Valletta e raggiungibile facilmente con i mezzi pubblici sorgono i Templi di Tarxien e l’Ipogeo. Se avete intenzione di visitare l’Ipogeo vi suggeriamo di prenotare in anticipo in quanto le visite sono accompagnate da una guida e permettono l’entrata ad un ristretto numero di visitatori alla volta. Questo posto situato all’interno di una casa nasconde in realtà sotto le sue fondamenta una necropoli sotterranea risalente a prima del 3000 a.C. ancora oggi circondata da mistero. Purtroppo non siamo riuscite a trovare l’entrata dei Templi di Tarxien, nota per la sua difficoltà di individuazione, vi auguriamo di essere più fortunati col senso dell’orientamento!

Ħaġar Qim e Mnajdra

Lungo la costa sud-occidentale dell’Isola sorgono le rovine dei templi megalitici di Ħaġar Qim e Mnajdra, noti per essere i siti preistorici meglio conservati e più evocativi di Malta. Una struttura moderna ora li protegge dalle intemperie, ma potrete comunque camminarci all’interno per il prezzo di 9 euro. La visione dei siti vi farà scoprire tutte le vostre nascoste doti di ingegneri per riuscire a spiegarvi come nel 3000 a.C. abbiano potuto ereggere queste imponenti strutture. Dai templi si scorge in lontananza in mezzo al mare l’isola disabitata di Filfla ora riserva naturale.

 

Marsaxlokk

MarsaxlokkSituata nell’omonima Baia, Marsaxlokk è una cittadina di pescatori, col caratteristico mercato del pesce, barche maltesi colorate che popolano il porticciolo e un sacco di ristoranti dove assaggiare il pesce più buono! Tra tutti i posti visitati nell’Isola, questo rimane sicuramente il nostro preferito per la sua genuinità e i suoi tratti vivi.

Golden Bay

Siamo a Malta no? Quindi dovevamo concederci almeno una spiaggia, e visto che ce ne siamo concessa una soltanto abbiamo puntato a quella dal nome più suggestivo: Golden Bay. Il mare d’inverno è sempre stato il mio preferito e anche questa volta non mi ha deluso. Le acqua verdi, un temporale in lontananza, l’assenza di anima viva e il giallo dorato della sabbia hanno confermato la nostra scelta!

Golden Bay

Mdina

La piccola cittadina fortificata di Mdina è una perla fatta di vicoli stretti, edifici antichi di mattoni ricavati dalla pietra gialla e negozietti di artigianato locale. Diventa ottima per rilassarsi un po’ e trovare una dimensione più intima e lontana da frenetici turisti. La vista che si gode dalle sue mura è spettacolare e nella parte anteriore della cinta muraria si trova un giardino costellato di alberi di arance.

Mdina

All’interno delle mura ci sono un sacco di ristorantini, noi avevamo scelto a caso spinte dal menù scritto su una lavagnetta e siamo così capitate in un posto dalla pareti di pietra spesse, dove una zuppa calda e un bicchiere di vino rosso del posto ci hanno dato la carica per ripartire.

Cibo Medina

4 comments

  1. Elvira /

    Ciao, bel taccuino di viaggio, anche noi vorremmo andarci a dicembre. consigliate di stare in un solo posto la notte tipo la villetta o di prendere più alberghi alias Rooms?

    • Ciao Elvira, grazie! Dipende da quanti giorni fate, noi ci siamo spostati con i mezzi pubblici che è un po’ lento ma fattibile. Se noleggiate una macchina sicuramente potete stare fissi a La Valletta e spostarvi in giornata da lì, l’isola è abbastanza piccola e La Valletta è molto carina la sera. A Dicembre poi abbiamo trovato alberghi a pochissimo perché era fuori stagione.

  2. ciao bel post dettagliato, stiamo appunto pensando di andare a Malta tra Natale e Capodanno, speriamo nel bel tempo 🙂

Trackbacks/Pingbacks

  1. 10 Città in Technicolor | Travel Like a Local - […] forse dovuto scrivere “La Valletta“, ma anche la città dei pescatori Marsaxlokk va inclusa tra le perle colorate di […]
  2. 10 Cities in Technicolor | Travel Like a Local - […] should have just titled this picture “Valletta”, but also the fishermen village of Marsaxlokk needs to be included in the colourful…

Lasciaci un commento