Sciopero dei Mezzi a Londra: Cosa Fare?

Sciopero Tube 6 Febbraio: ultimi aggiornamenti!

Quando inizia lo sciopero della tube?

Se lo sciopero è confermato la metropolitana si fermerà alle 21:30 di sabato 6 Febbraio.

Quanto dura lo sciopero della tube?

Braccia incrociate per 48 ore (erano anni che sognavo di scrivere questa frase). Il servizio sarà sospeso fino alle 20.59 di lunedì 8 Febbraio.

Tutti i mezzi saranno fermi?

Tutte le linee di metropolitana saranno coinvolte. La overground e le linee ferroviarie cittadine funzioneranno regolarmente. Ci saranno inoltre 250 bus in più per strada.

Aggiornamenti sui servizi qui: tfl.gov.uk/modes/tube/tube-strike

Perché fanno sciopero?

Per i soldi, no? A quanto pare non riescono ad andare d’accordo sul servizio notturno della tube.

 

Se siete in viaggio a Londra per qualche giorno potreste non avere lo stesso sangue freddo e determinazione dei pendolari: avete infinite cose da vedere e da fare… e così poco tempo, come recitava giustamente Jack Nicholson nei panni del Joker. Se avete la sfortuna di capitare a Londra in un giorno di sciopero è consigliabile adottare alcuni accorgimenti per evitare di pagarne troppo duramente le conseguenze.

Evitate le ore di punta

Earls Court Tube Strike

Twitter: @lucytobin

Viaggiare con i mezzi durante le ore di punta (rush hour) a Londra è sconsigliabile in qualsiasi giorno dell’anno, a maggior ragione lo è durante uno sciopero: i mezzi sono più affollati, la metropolitana costa di più e i bus sono più lenti. Ogni sciopero viene gestito in modalità diverse ma la metropolitana in genere va a servizio ridotto e molte stazioni vengono chiuse, il che significa che la rete é pressoché inutilizzabile, e i bus che passano dal centro o dalle zone nevralgiche vanno a passo d’uomo, quando va bene.

spacer

Usate mezzi alternativi

Diciamoci la verità: l’unico mezzo che nei giorni di sciopero vi può portare a destinazione senza problemi sono le vostre gambe, ma Londra è grande, le distanze sono lunghe e non si può camminare ovunque. Boris BikeConsiderate la possibilità di noleggiare una bici, o usare una Boris Bike: quelle bici messe a disposizione dal comune e generalmente chiamate col nome del nostro esuberante sindaco che ha introdotto il bike sharing. Scarica il PDF in italiano dove trovare tutte le informazioni necessarie sul noleggio che, per brevi tratte, ha un costo ragionevole.

Immuni al traffico sono le barchette sul Tamigi: il Thames Clipper. Per quanto il loro percorso sia limitato negli argini del corso d’acqua, raggiungono zone di alto interesse e sono anche divertenti, offrendo un punto diverso di vista della città. Questa è la pagina con tutte le informazioni dettagliati su tratte e tariffe (in inglese).

Vi potete poi affidare alla mia linea preferita: la Overground. Non essendo una linea metropolitana ma una rete di treni urbani è immune agli scioperi della tube. Attenzione però che nelle ore di punta sarà affollatissima, nel resto della giornata sarà probabilmente il vostro metodo più veloce per spostarvi e, se avete una vostra bici, la potete pure portare a bordo. Scaricate la mappa dell’Overground in PDF.

Oppure potrete prendere un risciò! Non credo possano essere d’aiuto se le strade sono intasate ma i piloti di questi mezzi (in inglese rickshaw) sanno parecchie strade secondarie per evitare il traffico. E in occasione di questo sciopero si sono pure visti risciò guidati da tizi in tuta colorata che offrivano passagi gratis (giuro!).

Pianificate in anticipo

Che siate o no dei fan delle giornate ben organizzate purtroppo in queste condizioni vi tocca. Andando a casaccio rischiate di perdere tempo e non vedere quello che vorreste, passando la giornata intrappolati su un bus. Decidete che zona volete visitare durante la giornata di sciopero, possibile una zona circoscritta e percorribile a piedi, e assicuratevi di poterci arrivare con uno dei mezzi alternativi di cui sopra. Soprattutto organizzatevi in modo da evitare le ore di punta e di evitare di passare attraverso il centro.

Visitate la zona in cui vi trovate

Perché no? Lasciate stare per un giorno il Tower Bridge, tanto quello è sempre lì, e dedicatevi alla zona in cui dormite. Ovviamente la scelta dell’alloggio è fondamentale: se finite in una zona noiosa come quelle dove ci sono solo hotel (indicativamente tra Victoria e Edgware Road), magari c’è poco da vedere, ma ogni quartiere di Londra ha la sua anima e le sue caratteristiche. Passeggiate per le strade, rilassatevi ad un café locale, mangiate qualcosa ad un ristorante etnico, osservate la comunità che vive nell’area e potreste scoprire qualcosa che non vi aspettavate. Londra, d’altra parte, è proprio questo.

Per saperne di più sui mezzi e sulla Oyster Card, leggete questo articolo.

Lasciaci un commento