Bike Sharing a Milano: BikeMi

La prova su strada

Per fare un test realistico del servizio di bike sharing milanese BikeMi ho deciso di arrivare completamente impreparato. Non mi sono iscritto via internet e non ho nemmeno cercato informazioni.

Arrivato alla stazione di Porta Garibaldi ho cercato la stazione più vicina (in fondo a Corso Como, nel caso la cercaste) e mi sono messo davanti alla colonna di servizio a leggere e imparare.

Come si ottiene una bici BikeMi?

Nonostante la difficoltà imposta dal mio cellulare sono riuscito a registrarmi tramite il sito, cosa che si può fare anche da computer e che conviene fare in anticipo. Alternativamente si può chiamare il numero: 800 80 81 81 o si può comprare una tessera ad un ATM point, aperti da lunedì a sabato, dalle 7.45 alle 19.15 in queste stazioni:

Duomo M1-M3
Cadorna Triennale M1-M2
Loreto M1-M2
Centrale M2-M3
Garibaldi M2
Romolo M2

Bike Sharing a Milano

Come funziona BikeMi?

Effettuata la registrazione si ottiene un codice che va digitato nella colonnina per sbloccare una bici. Una volta finito il giro basta rimettere la bici in una stazione qualsiasi, e poi riprenderne un’altra se necessario. Non c’è limite al numero di prelievi in un giorno e conviene sempre rimettere la bici in una stazione che fissarla ad un palo, se vi fermate in un museo o in un negozio.

Ricordatevi però di non tenere la stessa bici per più di 2 ore. Se superate il limite per tre volte il vostro account verrà sospeso!

Il servizio è disponibile dalle 7 fino a mezzanotte, dopo è ancora possibile restituire le bici ma non prelevarle. Se non ci sono spazi disponibili alla stazione o non ci sono bici da prelevare, rivolgetevi alla colonna di servizio per sapere dov’è la stazione più vicina.

Quanto costa?

  • Giornaliero (24 ore): €2.50
  • Settimanale: €6.00
  • Annuale: €36.00

Come potete vedere, anche per il giornaliero di 24 ore, l’abbonamento BikeMi costa meno di quello dei mezzi ATM.

Bici Santeria Milano

Bella figura in Santeria

Lasciaci un commento